Ark.inU blog

20 September 2012 | Ark.inU Art +Ark.inU Design

La casa che si scioglie.

1

2

3

4

5

Si tratta di un progetto presentato in biennale a Venezia l'anno scorso di Martine Feipel e Jean Bechameil. Ora "Le Cercle Fermé", così si chiama l'opera, è realizzato. In pura corrente surrealista gli interni della casa si sciolgono o si muovono, anzi pare che si muovano. Il gioco viene fatto sulla mente e sulla percezione di essa di uno stato fisico indiscutibile, come quello di un muro. Questo tema è molto caro a me, ma è estremamente caro al mondo dell'arte, che come abbiamo visto numerose volte, tende a rivangare e riproporre il tema della percezione. Se è vero che ogni cervello è unico e quindi processa le informazioni in modo diverso da individuo ad individuo allora la percezione della realtà, che è anch'essa determinata da ciò che il cervello processa, è diversa per ogni individuo. La logica non ci salva perché se crescessimo senza sapere cosa sia la logica interpreteremmo la realtà in modo ancora diverso. Se è vero che tutto esiste perché lo vediamo e quando guardiamo altrove cessa di esistere, allora può essere vero che quello che vediamo è soggetto a certe leggi solo perché lo stiamo guardando… ma forse se distogliamo lo sguardo non significa che quelle leggi siamo ancora vere….

6

7

[fonte:immagini:Martine Feipel e Jean Bechameil]

29 June 2012 | Ark.inU Design

Space frames.


Space frames è il nome di una collezione di arredamento realizzata da Gustav Düsing, designer e architetto con il pallino delle strutture. Le sedute e i tavoli sono realizzati con un sistema di componenti in legno di betulla 18mm che si incastrano senza viti o colla e si sostengono l’uno con l’altro. Il risultato è molto piacevole ed estremamente architettonico. Il progetto del neo laureato parte come dicevo, dal suo filone di ricerca di si basa principalmente sul tema delle strutture, di come possano essere tradotte da scala architettonica a quella dell’oggetto e di come possano essere semplicemente architettura senza altri fronzoli… e questo ci piace.


Camper a Soho.


Camper, la famosa azienda spagnola di calzature, ama il buon design non solo in fatto di scarpe ma in ogni frangente. Gli hotel Camper, aperti dall’azienda recentemente, sono dei capolavori di design contemporaneo. Naturalmente la faccia di una compagnia sono i propri negozi e come si presenta al pubblico. Shigero Ban come sappiamo ha un forte legame con gli interni e non ha mai disdegnato occuparsi di negozi e ristoranti. Ecco che il nuovo store Camper di Soho a New York nasce proprio dalla mente di Ban. La sua firma è riconoscibile non solo nel tetto che non c’è, realizzato con gli ormai iconici tubi di cartone compresso, ma soprattutto nelle sedute del negozio per le quali Ban usa la famosa “Unite System” realizzata ovviamene dallo stesso. Un simpatico gioco di illusione ottica sulle scaffalature interne del negozio nasconde la scritta Camper, visibile solo dall’ingresso del negozio. Ora, per quanto riguarda un giudizio sincero, devo dire che il lavoro è interessate ma non spettacolare. Mettiamoci le ridotte dimensioni del negozio, che comunque non è una scusa, sopratutto per un giapponese, mettiamoci che uno store deve essere “scintillante” (vedi il fiocchetto), ma neanche questa è una scusa… mah insomma il tutto sembra sottotono per il maestro… mi sarei aspettato maggiori giochi di forme e soprattutto di texture… promosso ma senza lode…



[fonteimmagini:adailydoseofarchitecture]

Let’s LEGO.

Iniziamo la settimana con una frivolezza. Si parla di LEGO e di come sempre di più sia un mezzo per l’architettura. Prima abbiamo i modellini architettonici “LEGO ROOMS” di Valentino Fialdini, un po’ Zumthor, un po’ SANAA, usando i lego si può capire come la luce e il colore siano Architettura.


Poi abbiamo la campagna “Imagine” della stessa LEGO, dove Jung Von Matt, agenzia amburghese, gioca con i lego per ricostruire immagini di personaggi famigliari…



… e per finire il fantastico cameo di Rem KoolHaas nel penultimo episodio dei Simpson, dove durante una crociera da lezioni di Architettura con i LEGO ai bambini, la passione per l’arte in generale è grandissima nella serie come abbiamo visto. Altre apparizioni famose come Gehry, o l’episodio intitolato “Maggie- Roark”, in cui si capisce che Maggie ama la buona architettura, hanno fatto storia.

I LEGO sono vera Architettura, impossibile negarlo, dallo studio d’interni fino alla grafica, tentano anche i maestri. La creatività passa anche da qui… Se volete vedere l’episodio dei Simpson in questione ecco qui:

Panic Room.


Io l’ho sempre detto, ad ogni arte serve il suo spazio, compresi i graffiti. Un albergo marsigliese ha assunto il duo “Tilt” per dare un po’ di carattere all’ambiente. Il risultato è appunto “Panic room” una stanza in bilico tra il caos e il nulla. E’ da vedere:

Salone 2012 – IKEA PS.


IKEA lo ha dichiarato, ama moltissimo l’Italia, uno dei suoi migliori produttori e uno di quei paesi che capisce meglio il buon design. Al Salone di quest’anno IKEA ha presentato la nuova collezione PS, l’ultima era stata presentata nel 2009. La nuova collezione di design non convenzionale è ispirata ad alcuni pezzi cult o pezzi dimenticati degli anni 50-60 di IKEA. Grande rivoluzione è la televisione integrata al mobile, così da nascondere fili e cavi. Lampade stile retro integrate con illuminazione LED, sedie e tavoli realizzati con materiali ultra riciclabili e poi ancora, poltrone impilabili e divani tavoli dove piantare fiori. Anche il gigante del mobile democratico trova dunque il suo posto al Salone del mobile, proponendo oggetti di altissima qualità e dal design eccellente.







Salone 2012 – Il fenomeno Nendo.


Se la lezione giapponse, o la scuola giapponese (qualcuno potrebbe uccidermi per certi termini) ci ha insegnato qualcosa è che Mies aveva ragione. Il meno è più. Nendo, famoso e promettente designer giapponese a tutto campo, di rinfresca sempre la lezione, che la sua estrema semplicità; che a volte irrita i nervi. Durante il la settimana del Salone, oltre che ad esporre prodotti per Moroso, ed aver realizzato il Temporary Museum of design in zona Tortona, è in mostra a Palazzo Visconti con il titolo “Trial and Error”. La mostra si basa sugli oggetti della collezione “1%” che verranno prodotti solo in 100 esemplari e che non sono sicuramente il massimo della comodità… torna il concetto di “Design-Art”, il design non più per tutti ma per pochi… ecco forse spiegato il nome “1%”.



[fonteimmagini:desingerblog]

19 April 2012 | Ark.inU Contests

Salone 2012 – Vitra e G-Star Raw.


Come accade per Moroso e Diesel, anche Vitra e G-Star Raw stanno collaborando per una linea di mobili abbinabili alle filosofia di entrambe le case produttrici; un trend abbastanza significativo questo delle collaborazioni. Lo stile mid-century di Vitra si presta bene anche ad interpretare la modernità di G-S R, dando vita ad una collezione davvero degna di nota.

[fonteimmagini:apartamenttherapy]

18 April 2012 | Ark.inU Design

Salone 2012 – E salone sia!

Il primo giorno è quello delle interviste con i grandi capi, anche designers, ma molto spesso si cercano il presidente della regione o l’imprenditore di fama… ma oggi inizia la vera festa, le prime notizie interessanti cominciano a filtrare vediamone alcune:

Tom Dixon dice di non essere un designer, ma le sue opere sono sempre degne di nota, questa lampada “Etch” è un connubio tra geometria e poesia, tra prisma e lanterna.

L’istallazione di Naohiko Mitsui per Lumiotec è una fantastica illusione ottica per giocare con i pannelli di luci OLED.



Mentre in Zona Tortona al FuoriSalone, Foscarini gioca con le ombre e le forme nello show-room sempre realizzato da Superstudiopiù.
Questo è solo l’inizio! ancora sei giorni di design ci aspettano!!!
[fonteimmagini.designerblog]

Salone 2012 – Intro.

02_12_ConferenzaStampa_CIM-1
Manca poco meno di una settimana al Salone Internazionale del Mobile di quest’anno! Noi come al solito dedicheremo una settimana all’evento, avremo anche una persona sul posto. Tra le tante novità quest’anno la celeberrima Moroso, compie 60 anni, quindi le celebrazioni non si faranno di certo mancare. Vi terremmo informati sulle novità più interessanti! Se andate al Salone ricordatevi si scaricare la app. ufficiale, disponibile sia per iOX e Android. Per altre informazioni consultate il sito! A presto dunque!