Ark.inU blog

6 November 2012 | Ark.inU Design +Ark.inU Fashion

Guida pratica per comprare un regalo ad un amico architetto.

1

E' un luogo comune, gli architetti hanno uno spiccato senso del gusto. Il gusto non è nemmeno amico dello stile. Lo stile non è una cosa bella sia chiaro. Non ha nulla a che vedere con il design ad esempio, lo stile è un modo per far "piacere" delle cose in un determinato momento temporale, ma finito quel momento lo stile cambia e l'idea delle persone cambia. Gusto e stile non si posso proprio vedere, hanno litigato da piccoli… Il gusto è una conseguenza della formazione dell'individuo e si basa sull'educazione e sulle esperienze che una persona ha avuto, ecco perché quello degli architetti è abbastanza particolare. Se vi siete mai messi nei panni di chi deve farvi un regalo o se lo avete mai fatto ad architetto sapere benissimo che non è una cosa facile, non banale perlomeno. Ecco dunque che è meglio consultare una guida pratica e veloce per sapere i "Do e Donts" per fare un regalo ad un architetto, fatela leggere ai vostri amici e li leverete un bel pensiero; vediamola insieme: 

DA REGALARE:

- Vestiti: si è vero non è la cosa più pratica da regalare, ma capito il sistema è un attimo scegliere il giusto indumento; ricordate: le donne architetto indossano le cravatte e gli uomini architetto indossano foulards, mascolinamente chiamate "sciarpe". Scegliere il colore giusto è davvero semplice: NERO, altrimenti bianco (il nuovo nero), grigio (il nuovo bianco) o carbone (il nuovo grigio). Sappiate che l'architetto sa bene cosa sia di moda, quindi non cercate di fregarlo, non ci cascherà. Se proprio volete ostinarvi sul colore provate con tonalità forti o fosforescenti, potrebbero piacere… ma per per un breve periodo di tempo.

NON REGALARE:

- Elettronica: il tuo amico architetto ha sicuramente i più avanzati e costosi oggetti sul mercato, i suoi gusti in fatto di elettronica sono selettivi e orientati al meglio, se non fosse che sa come si fa un disegno sarebbe un ingegnere informatico… Esiste comunque una scappatoia, avrà anche tutto… ma forse non si può permettere di mantenerlo; regalategli una buona ricarica telefonica o una gift card per iTunes o Amazon, ve ne sarà estremamente grato. 

DA REGALARE:

- Cose per trascrivere l'ispirazione: ovvero penne matite, e tante, tante, tante Moleskine. L'architetto adora una buona penna, ma assicuratevi che "scorra" bene e sia perfetta per fare schizzi e scarabocchi senza che l'inchiostro faccia macchie. Nel caso puntiate sulla Moleskine sappiate che andrete a colpo sicuro eccetto per un dettaglio, la copertina DEVE essere nera. 

DA REGALARE:

- Pezzi di edifici: questo comprende anche sezioni di muri o di infissi, o di qualsiasi cosa, purchè sezionata. Gli architetti adorano veder come sono fatte le cose e se poi gli regalate un pezzo di qualche palazzo famoso potrebbe usarlo per farci un altare di preghiera. 

DA NON REGALARE:

- Libri di architetti di cui avete sentito vagamente parlare: attenti, potreste scatenare un uragano. Non è mai certo chi sia il vero architetto famoso degno delle loro attenzioni, potreste andare sul sicuro con un Wright ma non con un Gehry per esempio… e poi diciamolo, il vostro amico architetto ha sicuramente ogni libro di architettura che sia mai stato stampato. Non mangia per comprare libri illustrati che pesano più di un divano… se non avete intenzione di comprargli uno di questi lasciate perdere… 

DA REGALARE:

-Libri di architetti di cui non avete mai sento parlare: sono sicuro che il vostro amico architetto ogni tanto vi faccia una testa tanta su architetti del passato iniziando la frase con: "NON SAI CHI E'….?". Se non sapete chi sia forse è il libro giusto da prendere. Se volete un orientamento sulle parole chiave da cercare per andare sul sicuro guardate di queste: ermetico, significato enigmatico, esteriorità, fenomenologia, neo formazione, ansia, nichilismo, bioformismo, architettonico, e Prozac. Poi guardate la foto dell'autore che deve avere due dita di polvere sulla giacca gli occhiali storti e una capigliatura tipo Beethoven. 

DA NON REGALARE:

- Caffè, the o strumenti per la loro lavorazione: semplicemente inutili. Sebbene si lamenti sempre di non dormire la notte, egli fa già largo uso di questi prodotti, anch'essi scelti molto selettivamente. Ad ogni modo va spesso, se non costantemente al bar, quindi… 

DA REGALARE:

-Pentole o oggetti per casa dall'aspetto stravagante: semplice, se per voi un oggetto è impossibile da usare e troppo costoso allora avete appena trovato un regalo perfetto. Il vostro amico probabilmente non sa cucinare e non vi inviterà mai a prendere una tazza di caffè a casa sua perchè troppo impegnato, ma se volete farlo contento una caffettiera di Alessi o una tazzina di Norman Copenhagen sono perfette. 

DA NON REGALARE:

- Oggetti per lo sport: sul serio? lo avete pure preso in considerazione? A meno che non lo faccia per agonismo (molto raro), il vostro amico architetto a dovuto abbandonare ogni attività sportiva prima dell'università. Semplicemente non ha tempo e se lo avesse dormirebbe e andrebbe di certo in palestra. La cosa più vicina allo sport che potete regalargli è un biglietto per una partita se è tifoso di qualcosa o un gioco per qualche console a sfondo sportivo. 

DA REGALARE: 

- Giocattoli: vi racconteranno che quello che a loro interessa non è solo l'aspetto ludico, ma anche l'interessante design e…. si certo… in realtà a loro piace giocare con i LEGO, regalateglieli e con due occhioni gonfi di gioia vi saranno grati per tutta la vita. 

2

[fonte:matteroftaste]

1 Comment

  1. voglio rubarti l'articolo.
    Collaboriamo?

    tetsu1 | 6 November 2012, 16:58

commenta...